SYKES, PILOTA SOPRAVVALUTATO

gran premio GP di olanda - gara 2 - campionato mondiale superbikOggi il confronto col suo nuovo compagno di squadra è impietoso: per Rea, che guida il campionato, 190 punti totalizzati in 8 gare e ben 6 vittorie, ottenendo come peggior risultato due secondi posti. 88 punti invece per Sykes, quarto in classifica, con due terzi posti come miglior piazzamento. Sono numeri che fanno riflettere: Rea è al debutto con la Kawasaki, Sykes la guida per la sesta stagione consecutiva, contando quindi su una moto cucita addosso e un equilibrio all’interno del team oramai consolidato. Che Tom sia un ottimo pilota nessuno lo mette in dubbio, ma oggi più che mai viene da pensare che non si tratta di un campione col pedigree, ma di un buon pilota che, quando ha trovato gente forte in squadra con lui, è sempre arrivato dietro. Scorriamo le pagine del suo passato.

Nel 2009 entra ufficialmente nel team Yamaha insieme a Ben Spies. L’americano non conosce né la moto, né le gomme. Vince il titolo al debutto, con 462 punti contro i 176 di Tom, che arriva solo 9° in campionato.

Nel 2010 al suo fianco corre Chris Vermeulen, con gravi problemi fisici causati da un precedente infortunio; è costretto a saltare le prime gare della stagione e pochi mesi dopo dice addio alle corse. In quel caso Sykes si conferma leader nella squadra. La convivenza col compagno torna ad essere impegnativa quando, nel 2011, Joan Lascorz, proveniente dalla 600 Supersport, lo affianca sulla Kawasaki. Al debutto riesce a fare meglio di lui, che invece porta a casa un’infinità di “zeri”: la classifica finale vede Lascorz 11° e Sykes 13°. Il triste epilogo dei test a Imola in cui il forte pilota spagnolo perde l’uso delle gambe, fa sì che a sostituirlo ci sia un altro esordiente: Loris Baz, proveniente dalla Superstock 1000, si piazza subito là davanti a partire da Donington. Confermato anche nel 2013, Baz si infortuna in Germania, mentre nel 2014 il suo valore è tale da ricevere la chiamata per correre in MotoGP nel 2015. Sykes è un pilota regolare in gara, sbaglia poco e non cerca guai. Una sorta di Guintoli versione britannica: si è costruito con l’esperienza e i risultati sono frutto del lavoro, il talento del grande campione però è un’altra cosa.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Email this to someonePrint this page

40 risposte a “SYKES, PILOTA SOPRAVVALUTATO

  1. @nissanskyline – Ciao! Dalla tua provocazione fatico a capire se metti in discussione il titolo dell’articolo (a quel punto ti chiederei di leggere anche il resto), o se invece contraddici i contenuti. Perché in questo caso non ho dato opinioni personali, ma semplicemente ho disegnato la storia di Sykes. Riportando dati e numeri che lo riguardano, ho ben poco da riscrivere: Rea è al debutto sulla Kawa ed ha vinto molto più di Tom, che, nella sua carriera, é spesso arrivato dietro al compagno di squadra avuti anche in precedenza. C’è poco da aggiungere…

  2. ma come si fa presto a dare del sopravvalutato e/o del bollito ad un pilota ! Dopo queste ultime gare penso che questo articolo abbia qualche piccolo punto da rivedere..
    Chi corre sa bene che ci sono periodi in cui la messa a punto della moto non è ottimale o non si è al 100% fisicamente/mentalmente e quindi si va a sfigurare contro avversari e magari contro i compagni di squadra.. Il valore di un pilota in pista va sommato alla competitività della moto e alla efficacia della messa a punto per valutare un risultato, e siccome è difficile scorporare questi fattori, giudicando solo dai risultati e facendo della matematica si corre il rischio di prendere dei vistosi abbagli sul vero valore del pilota..

  3. Se Rea invece di andare in Honda fosse andato in Kawasaki, Sykes non avrebbe vinto il suo mondiale e Rea ne avrebbe parecchi, forse anche Biaggi ne avrebbe uno in meno.

  4. Sicuramente Tom non sara un talento puro e cristallino, come e sicuro che nel motociclismo odierno non se ne vedono poi tanti. Lo ritengo un gran manico, uno che resta ai vertici per tre anni di fila perdendo un mondiale per mezzo punto da un grande pilota come Biaggi merita grande considerazione. Di sicuro e un talento superiore alla media dei piloti sbk degli ultimi anni, e a mio parere pure di Guintoli e anche di gran lunga. Credo che il suo punto debole sia a livello mentale, si e visto nei due mondiali persi all ultima manche e le difficolta con i compagni di squadra, specie quando piu veloci… attualmente a livello di talento lo ritengo inferiore solo a Rea.

  5. i punti bruciati l anno scorso,il mondiale perso contro guintoli,il compagno ke ti stende e fa di tutto x arrivarti davanti e la notizia dell arrivo di rea suo nemico,l hanno trascinato in un vortice negativo.spero ke si riprenda presto.

  6. resta cmq il fatto che il buon tom qs anno si sta prendendo un sacco di bastonate, non solo dal compagno di team

  7. in effetti hai ragione caro max un pochino mi sn lasciato andare e ti chiedo scusa per qs. a me sykes sembra un campione o meglio credo lo sia visto che un mondiale l’ha vinto e tu meglio di tutti noi sai quanto possa essere difficile solo arrivarci al mondiale, ritengo cmq che il tuo commento su sykes sia stato un po’ eccessivo e a quanto vedo non sono il solito a pensarla cosi..al di la di tt sono solo chiacchiere ed in ogni caso avessi io meta del tuo manico ci si vede a misano!

  8. @juanito81 – Ciao! Solo poche righe per ricordarti che stai scrivendo nel mio blog, ovvero uno spazio che animo e gestisco in massima libertà. Immagino che nessuno ti obblighi a leggere i miei post. Hai voluto esprimere la tua opinione, come hanno fatto altri, in modo più o meno educato. A maggior ragione credo di poter raccontare il mio punto di vista, dato che sono a “casa mia”. Che per altro, come puoi leggere dai contenuti intenti a motivare il titolo, riporta fatti più che opinioni. Per fortuna non mi occorrono 6 titoli mondiali per esprimere un pensiero. Altrimenti qua dentro non leggeresti un solo commento. E non lo inseriresti neppure.

  9. beh comunque max dall’alto dei suoi 6 mondiali certi commenti può anche permetterseli no?..ah non è max biaggi ma ..max temporali..temporali chi???

  10. @ steffsoulman
    “… Giuliano che per quanto mi riguarda è solo uno dal giro veloce o qualche giro in gara da spettacolo. Poi il resto del tempo lo passa puntualmente a terra e a non portare risultati alla squadra”

    In effetti non ti si può dar tutti i torti,avesse il 50% del senso di concretezza di un Dovizioso sarebbe già un gran bel pilota,invece…
    Anche quest’anno pronti via e salta mezzo campionato…

  11. Non credo sia il caso di sconfinare sugli insulti. Come, a onor del vero, non era il caso di essere così pesanti con un pilota on difficoltà che, comunque, negli ultimi 3 anni si è giocato il mondiale all’ultima gara con piloti provenienti anche dal motomondiale e con con dei mondiali vinti.
    Anche perché, estremizzando e con le dovute proporzioni, si potrebbe scrivere lo stesso di Lorenzo e anche peggio di Pedrosa. E non credo proprio sia il caso

  12. E’ sempre bello vedere ogni volta come max temporali getta del fango sui piloti per poi nascondere la mano in futuro “caso rossi” detto questo un pilota che ha vinto un mondiale e l’anno scorso vice campione non merita tutto quel fango..detto questo vogliamo parlare di te e di quanto ti sopravaluti senza sapere nulla o senza aver vinto niente???

  13. Penso che la carriera di un pilota si debba valutare forse quando è prossimo al ritiro, perchè tutti i corridori hanno avuto alti e bassi, comunque negli ultimi anni 3 piloti mi sono piaciuti Spies,Biaggi e Toseland

  14. Giuliano vincerà in Ducati quanto Baylis, talento puro il ragazzo, solo tanta sfortuna ma la ruota girerà per lui

  15. guarda mr sbk glielo auguro davvero perché è un bel personaggio disponibile coi tifosi ma ripeto speravo in risultati maggiori poi causa sfortuna e moto l’anno scorso non competitiva ancora non ha concretizzato.pero l’anno scorso a parita di mezzo in classifica è finito dietro a Davies (6 e 8)

  16. 2012 team Althea: esordiente in una squadra privata che ha ritirato il materiale della squadra ufficiale. Nemmeno supportati. Non proprio un team ufficiale. Un paio di gare e tornerà a stare davanti a Chaz. Poi, che stia in piedi o meno si vedrà…

  17. mr sbk con giuliano ho una foto di mio figlio a monza nel 2012 guidava la ducati ufficiale althea compagno di checa, l’anno dopo ricordo era in aprilia poi dall’anno scorso nel team interno,non aver ancora vinto una manche mi sembra un po poco…Fabrizio di manche ne ha vinte diverse..io ho detto che sykes è un bel pilota non mediocre,meno forte di rea sicuramente, ma entrambi lontani da piloti come spies biaggi Bayliss,poi opinione personale

  18. Ciao Max, io penso che Sykes non sia propio così sopravvalutato….intanto campione lo è diventato perchè ha vinto più degli altri…poi la cosa che cambia è che ogni campionato è una cosa a parte cmq mai uguale a quello di prima. Resta sempre l’aspettativa che il campione si riconfermi…ma togli nomi illustri come Rossi,Marquez,Agostini(campioni e fuoriclasse unici nel mondo del motociclismo)non è peggio dei altri campioni precedenti.Nel senso che negli ultimi 8campionati(sbk) ci son stati ben 8 differenti campioni. La mia aspettativa di qst anno è che il mondiale SBK torni agli splendori come negli anni ’99-’02 che c’erano più spettatori e appasionati che nella motogp…e poi che vinca il migliore….e la passione!!!!

  19. Juanito, che SBK hai visto? Giugliano è al secondo anno in DUCATI ufficiale. Tom è un buon pilota, come tanti, che 3 anni fa dava gas a 2 mani demolendo gomme e record sul giro. Adesso è cambiato ed era meglio prima. Campioni non cd be sono più, solo buoni piloti e piloti generosi. Purtroppo Cominciano a scarseggiare anche in GPS e chi spicca un pochino di qua finisce di là a fare da contorno allo show e quindi addio ai piloti veloci e addio a Rea e Van Der Mark…

  20. x derossi..in che senso sykes ha perso due mondiali per ordini di scuderia?scusa ma non ho capito..steffsoulman ti quoto in pieno..massimo rispetto per giuliano ma a mio modesto parere sn anni che guida la ducati ufficiale, non so se abbia meriti o demeriti riguardo lo sviluppo, ma ahimè non ha ancora vinto neppure una manche in superbike, l’ho sentito paragonare al mitico 34, ma senza offesa mi pare proprio una cavolata, buon pilota ma i campioni sn altri, ha fatto molto meglio il suo predecessore Fabrizio, ma evidentemente non aveva le sue stesse raccomandazioni, altri piloti sarebbero stati cacciati da tempo da qualsiasi team ufficiale per i suoi risultati nulli, ripeto 3 o 4 anni sulla ducati ufficiale e neppure una vittoria di manche, pero si definisce sykes mediocre..vabbe

  21. Rea nei prossimi 4 anni dimostrerà quanto è forte…..sykes buon pilota nulla più…l’incubo Spies è tornato

  22. Comunque chi vincerà il mondiale quest’anno sicuramente lo avrà meritato più di sykes perché fino all’anno scorso potevano vincere solo Aprilia e Kawasaki . Invece quest’anno con le nuove regole (cioè derivate di serie ) ci sono anche Ducati e Suzuki.

  23. xderossi Non è “l’illuminazione” di un anno : Rea è sempre stato velocissimo,chi segue la SBK ,lo sa’….sempre piu’ veloce dei sui compagni in Honda… e quest’ anno che ha la moto per vincere il campionato….è determinato a farlo!

  24. Sinceramente questo commento non mi sembra molto professionale…Mi sembra uno di quei commenti anti Rossi, quando qualcuno lo dava per bollito perché in Ducati non si è trovato per niente bene…Quando Sykes ha lottato per dei mondiali (di cui uno vinto), lo ha fatto con una moto che non era la n° 1. Ricordatevi che andava puntualmente in crisi di gomme. Ma lottava ed è arrivata quasi a vincere più di un mondiale contro una Aprilia che era tutto fuorché una moto derivata dalla serie. Era una super moto nata per quello. Nata attorno a Biaggi. Infatti mi pare che solo lui abbia ottenuto i massimi risultati. Certo, Sykes non è uno delicato alla guida e magari le gomme vanno in crisi proprio per quello. Rea è sempre stato un pilota funambolico, ma anche un gran casinista. O cadeva o buttava giù qualcuno. Il mio modestissimo parere è che quest’anno la moto è decisamente cambiata e Sykes soffre di più questo cambiamento in quanto abituato all’atra Kawasaki. Rea non era abituato a niente e per cui si è adattato meglio a questa nuova moto. In più aggiungiamo che solitamente le gare erano sempre a DUE, oggi sono tanti i piloti e varie le squadre che lottano per posizioni di vertice, per cui la poco delicata guida di Sykes manda in crisi le gomme più degli altri.
    Per cui non è un commento molto obbiettivo. Sembra quasi che non ti stia simpatico. Mentre vedo che elogi Giuliano che per quanto mi riguarda è solo uno dal giro veloce o qualche giro in gara da spettacolo. Poi il resto del tempo lo passa puntualmente a terra e a non portare risultati alla squadra.

  25. e se fosse Rea quello illuminato per un anno,a cui va tutto bene? anche perché se non erro,è il primo anno che si gioca il mondiale,invece Sykes sono tre anni che lotta per il mondiale e 2 volte gli è stato sottratto per ordini di scuderia (fatalità,entrambe le volte in aprilia,questi onestissimi e sportivissimi italiani),questa moda di affossare chi già sta in difficoltà è diffusissima

  26. rea è forte davvero, con la honda addirittura funambolico…cmq ben spies era proprio un’altra cosa un manico incredibile, peccato si sia dovuto ritirare, poi metterei biaggi e subito dopo Bayliss..mancano in queste stagioni dei talenti simili con tt il rispetto x i vari giuliano sykes guintoli haslam…ottimi piloti ma non fuoriclasse

  27. Robi440 concordo con te che rea sia meglio di sykes, e che la motogp é molto diversa dalla sbk, sul fatto che possa far meglio di crutchlow, non lo so sicuramente sarebbe bello vederli nella stessa categoria, e magari con la stessa moto, e vedere qualche pilota in piú in motogp di scuola inglese, sicuramente ne guadagnerebbe lo spettacolo

  28. fjunta83 Secondo me,quando fu’ chiamato a sostituire Stoner, Rea fece bene! considera che era tutto diverso dalla SBK …moto e gomme…e lui non aveva mai provato e non poteva certo strafare,con il rischio (inutile) di cadere. Sono certo che con qualche test e il tempo giusto, Jonny farebbe meglio di Cruthclow,in MotoGP. Riguardo Sykes è un pilota veloce…ma il confronto con Rea lo ridimensiona parecchio ,finora….è arrivato e lo sta’ surclassando,anche se Sykes sono anni che sta’ su questa moto.

  29. Ciao max, sicuramente parlando di tom non possiamo non pensare al fatto che in tre anni si sia giocato tre mondiali. Con biaggi perso per mezzo punto non aveva la moto migliore e senza un guasto meccanico che gli é costato uno zero al punultimo appuntamento probabilmente avrebbe vinto lui. Peró é anche vero che la differenza in quel caso é venuta fuori tra un gran pilota -tom- e un campione -max- anche se ripeto l’aprila targata dall’igna era un’altra cosa rispetto la kawa …
    L’anno successivo il mondiale l’ha vinto vero, ma senza biaggi in griglia, con una honda non competitiva una ducati penosa e problemi interni nel team aprilia….
    Lo scorso anno poi é la cartina al tornasole,la tenuta di tom é venuta a mancare nell’ultimo appuntamento, in aprilia si erano pure decisi a complicarsi la vita con il mancato gioco di squadra melandri guintoli…. Mondiale vinto da guintoli, che un campione non é, ma un ragazzo umile e veloce che si é costruito una carriera sulla regolarità.
    Credo tu abbia ragione, il paragone tra tom e johnny quest’anno é impietoso, ma da anno ad anno le situazioni possono cambiare parecchio. In fondo ricordi cosa fece rea con la hrc di stoner in motogp?

  30. secondo mè è rea che è un fuoriclasse per la sbk,meriterebbe una buona moto in motogp,tom per tre anni di fila si è giocato il mondiale,fermo non è di sicuro.cmq sembra che a te (max temporali)non stia molto simpatico tom

  31. Si passa troppo facilmente da un estremo all’altro
    Nel 2011 i risultati migliori in Kawasaki li fece Sykes (tra cui una vittoria al Nürburgring), che tra l’altro saltò le gare a Silverstone per un trauma cranico e una distorsione alla caviglia
    Per quanto riguarda Baz, in 3 anni mi sembra che sia stato regolato a dovere
    Quindi a parte il confronto con Spies (uno che in motogp ha vinto), Sykes ne è sempre uscito piuttosto bene

  32. Ciao Max!
    La mia personalissima sensazione è che tu possa avere ragione,ma anche no!
    Mi spiego meglio:Il pilota è buono,non di sicuro un fuoriclasse(se no non era ancora qui in SBK)ma un campione penso proprio di si.
    Come tutti i non fuoriclasse ha bisogno di tempo,acclimatarsi alla moto,al team,al passo degli avversari.
    Per 3 anni si è giocato il titolo all’ultima gara,dimostrando costanza nel tempo e velocità in pista.Nel giro secco è proprio bravo,in bagarre cosi così.
    Credo che la Verdona non sia proprio la moto più competitiva e ultimamente sembra calata ancora un pò,o meglio è tornata al suo livello la Ducati.
    Il problema di Sykes è uno solo,Jonathan Rea,il piu veloce di tutti in SBK,e togliendone 5 o 6 il piu veloce di tutti anche al di la del mare.
    Provo a rovesciare lo scenario che hai proposto:
    Mettiamo Rea come compagno di Biaggi nel 2010 e nel 2012,e mettiamolo come compagno di Checa nel 2011,come sarebbe potuta finire?
    Quanti campioni del mondo ci sono sembrati appassiti quando hanno dovuto condividere la stessa moto con un Casey Stoner?
    Capirossi nel 2006 ci sembrava ancora uno dei piu grandi,Melandri idem,due anni dopo un altro campione del mondo,Hayden e abbiamo visto,poi Rossi,non l’ultimo arrivato,e abbiamo visto.
    Con tutto il dovuto rispetto per l’inarrivabile australiano Rea fa la differenza,se non ci fosse lui probabilmente staremmo a parlare di una Kawa un po in affanno,o lui stesso ne parlerebbe,ma con un altro che con lo stesso mezzo le vince tutte mentre tu arranchi c’è solo da stare zitti,ci ha provato Melandri a dire che la Ducati era un cancello e a Borgo Panigale gli hanno prescritto lo psicologo.
    Quando la Kawa sarà davvero allo stesso livello delle migliori rivedremo anche il buon Tom,ma penso che il distacco fra Rea e Haslam tornerà anche quello dei tempi della Honda,con grave rischio dell’equilibrio per la lotta del campionato però.
    Probabilmente mi sbaglierò ma questa ad oggi è la mia sensazione,vedremo…

  33. Non credo che SYYKES sia un fenomeno ma nella S.B.K. può essere il pilota che vince .
    Questo anno solare non può condizionare un giudizio e se ricordo bene anche i grandi (BAYLISS, COSER ,ETC. ) hanno avuto anni senza grandi imprese .

  34. si fa presto a dire SOPRAVVALUTATO, se nn sbaglio oltre al mondiale vinto ne ha perso uno contro max per 0’5 punti e grazie ai giochi di squadra altrimenti max nn avrebbe potuto vincere…. troppe volte s’è sentito giudicare un pilota per poi essere smentiti poche stagioni dopo.
    grandecaseyducati
    in wsbk L’UNICA squadra che correva in mgp era ducati, al massimo è la 1199 che è stata fatta sulla falsariga della mgp vedi telaio portante elettronica ecc… la moto quasi proto è la panigale nn kawa o aprilia che anzi col nuovo regolamento deve rinunciare al cambio estraibile che monta di serie.

  35. Io non sono d’accordo!!! Per me Sykes è uno dei più forti piloti della storia della Superbike. Ci può stare che la Kavasaki di quest’anno non lo assecondi. Ricordo che Rossi in Ducati sembrava bollito invece tornato alla Yamaha è tornato al TOP!!!!!

  36. Come sempre disamina ottima ed un’altra conferma e’ che un pilota sopra la media nel contesto Superbike come Rea vince a mani basse come fecero Ben Spies Max Biaggi e via dicendo con un mezzo appropriato….

  37. Sono d’accordo , gli ultimi due anni le ha avute tutte a favore . In primo il regolamento che negli ultimi anni ha permesso a Kawasaki e Aprilia di correre con moto quasi prototipi , il ritardo tecnico di Ducati che ha sempre corso con una Panigale R con elettronica da MotoGP ,e baz doveva essere Secondo per contrasto ma con rea i nodi sono venuti al pettine .

  38. X me è un mezzo pilota da quando si prendeva mezza pista da spies!!!!! E melandri non è riuscito a vincere il mondiale co sto pilota da due soldi!!!!! Pensa come è sopravvalutato melandri!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *