APRILIA, MAI COSI’ DEBOLE

1.ApriliaWSBK_HaslamUna sola gara vinta in Australia, poi stop. La moto rimane altamente competitiva e, forse, all’origine delle difficoltà ci sono i piloti. Perchè la coppia Haslam-Torres è la meno forte degli squadroni ufficiali. Lo dicono i numeri: Leon ha disputato 194 gare nella sua carriera in SBK, vincendone 4 soltanto. Torres, dopo dodici manches fin qui completate, fatica a spiccare. E penso invece all’esordio di Ben Spies, vincente da subito. Da quando Aprilia è rientrata ufficialmente con la RSV4 insieme a Max Biaggi, nel 2009, ha saputo accaparrarsi anche i piloti migliori. Sempre. Sia chiaro: l’Haslam di Donington merita l’inchino, avendo corso con due coste malandate, stringendo i denti per il male. L’analisi è spalmata sulle sei gare fin qui disputate, perché la moto italiana fatica come mai si è visto nella sua storia, complice anche il nuovo regolamento che ha compresso il livello tecnico.

Ma quanto valgono realmente Haslam e Torres ? Sulla carta, e non solo, meno della coppia Kawasaki Sykes-Rea; meno di Davies-Giugliano, su Ducati; meno anche di Guintoli-Van der Mark, sulla Honda. Lo dicono risultati e curriculum sommati fra le coppie. Forse Aprilia ha dovuto adeguarsi a una scelta dell’ultima ora a fine 2014, avendo deciso davvero in extremis di correre anche fra le derivate di serie oltre che in Motogp. Biaggi, su 155 gare in SBK, ne ha vinte 21; Melandri, 19 su 102; Laverty, 13 su 104; lo stesso Guintoli, 9 su 141. A quota zero troviamo solo Nakano (19 gare in tutto) e Camier (119). Haslam corre con alti e bassi, a Torres non è ancora suonata la sveglia, ma l’Aprilia c’è ed è forte come prima. Anzi, tecnologicamente ritengo sia superiore alle Kawasaki, poi ognuna avrà le sue piste preferite in cui esprimersi.

I risultati conquistati fino a qui sono più figli di una moto che va forte, piuttosto che di due piloti in grado di fare la differenza. La RSV4 merita di essere guidata da campioni, perché, se è vero che ai piloti per vincere occorrono moto “buone”, è vero anche il contrario. A proposito: avete sentito le dichiarazioni di Max Biaggi durante la telecronaca ? E se dovesse davvero rientrare a correre ? Per Aprilia, e non solo, potrebbe essere uno stimolo in più, anche se poi gli obiettivi dovrebbero riguardare il progetto più a lungo termine, pensando alla formazione di una squadra vincente per il 2016. Magari con il rientro di Marco Melandri, oppure, chissà, con un debuttante come Lorenzo Savadori che, proprio con la RSV4, sta monopolizzando il mondiale Superstock 1000. E voi, chi vorreste vedere sulla RSV4 ?

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Email this to someonePrint this page

22 risposte a “APRILIA, MAI COSI’ DEBOLE

  1. aprilia aveva deciso di ritirarsi dalla wsbk e marco aveva un contratto firmato con loro, portarlo in mgp era l’unica opzione per far fronte agli impegni contrattuali.

  2. Non sono riuscito a capire la scelta suicida della Aprilia di volere per forza Melandri in motogp con una moto non competitiva. Marco non è un esempio di costanza ma ha vinto proporzionalmente più gare di Biaggi in SBK e se fosse rimasto in Aprilia adesso diremmo altre cose del campionato.

  3. MR SBK
    nell articolo dei test 1000cc la ducati è finita terza dietro a r1 e aprilia, max non si lamenta affatto del telaio (che probabilmente va in crisi ben oltre i 200 cv) ma:” Il motore ha meno spavalderia e dà meno preoccupazioni girando il gas. E’ tanto piccola da stringere fra le gambe, da ricordarmi la Supermono che usavo negli anni ’90, un’altra signora moto by Ducati. Il terzo posto se lo gioca nella scia: “vibrotta” agli alti regimi e sul dritto non è quell’aeroplano che ti sembra invece di guidare col 4 cilindri. Ma che equilibrio !” ed era la 1299 che anche con 300 cc in piu non regge il confronto.

  4. Purtroppo Preziosi si è impuntato con il motore portante e il discorso del telaio penso che arrivi più da li che non da altre parti. E la botta di fortuna che è stata Stoner non ha di certo aiutato. Resto dell’idea che la Panigale, col traliccio, sarebbe davanti senza problemi

  5. MR SBK
    certo il telaio è il primo dei problemi ma sembra che con dall ingna siano riusciti a sistemare qualcosa, ricordo l’ex filippo raccontare di come non si potesse piu pensare di usare il traliccio in quanto per raggiungere la rigidità necessaria si sarebberi dovuti aggiungere troppi tubi pagando pegno in fatto di peso. ormai ducati ha esperienza sia col perimetrale che con il 4 cil, non mi stupirei se la nuova moto fosse una desmo 4 cil con telaio deltabox. diciamo che ci spero perchè altrimenti dubito possa recuperare l’antica supremazia che aveva in wsbk

  6. Non credo che il problema di DUCATI sia il bicilindrico. Secondo me è la malsana idea del motore portante senza telaio. Hanno unito lo svantaggio in termini di velocità del bicilindrico ai problemi che può avere un telaio normale, amplificati dal fatto che essendo il motore che fa da telaio, poco ci fai. Il traliccio si sposava bene con il bicilindrico e aveva vantaggi che uniti alle caratteristiche del motore la portavano al livello delle 4 cilindri. Quindi, secondo me, più che fare un 4 cilindri dovrebbero cambiare il concetto di motore, tornando magari al traliccio

  7. Aprilia debole si(causa regolamento)….ma la coppia dei piloti lo sono di più…un pilota giovane ci vuole e io vedrei molto bene Van der Mark…astro nascente, è un campione e lo ha nel sangue….e si vede poi vedrei benissimo un italiano Danilo Petrucci…che stà facendo bene in motogp che di sicuro in sbk si toglierebbe molte più soddisfazzioni….per Max Biaggi, ha già dato….piuttosto che pensa far qlc altro…magari il team-manager

  8. GRANDECASEYPDUCATI
    sarai un espertone tu… son 2 anni che dico che ducati deve mollare il bi e nn hai fatto altro che dare addosso sparandole sulla tradizione e adesso te ne salti fuori col ducati dovrebbe fare un 4 cil? bè arrivi tardi lo dico da anni e verdrai che la nuova wsbk avrà anche un bel perimetrale…..
    ps dove le moto son di serie è abbastanza facile che un a moto da 33 mila euri vinca contro una da 25 mila, quando metteranno il limite sul costo della moto allora ci sara da ridere.

  9. E’ bello andare dove tira il vento cari espertoni ….. Perché non vi guardare qualche gara del civ dove la Panigale detta legge fin da quando ci si e’ presentata (soltanto la sstk 1000 quest’anno sembra a favore di Aprilia). Dove le moto sono di serie Ducati vince quasi dappertutto ! Il problema é che le 4 cilindri ormai hanno uno sviluppo e una tecnologia fuori dalla portata di un bicilindrico …. La Panigale sta facendo miracoli. Infatti non a caso circolano voci su un v4 per il 2017.

  10. Il discorso regolamentare credo sia un pò più complesso. Aprilia ha fatto uno sforzo per avere su moto di serie telaio regolabile e cambio estraibile, però è vero anche che su moto stradali sono abbastanza superflue ed eccessive. Anche BMW monta du serie sospensioni elettroniche vietate in SBK. Quindi, il sospetto che probabilmente lo sforzo sia stato fatto più per essere vincenti in pista, viene. Sembra fatta col regolamento SBK in mano… infatti dal regolamento sono state tolte le soluzioni che su strada non dovrebbero esserci. Detto questo, hanno permesso a Honda e Kawasaki di usare il ride-by-wire fino al 2017 per adeguare la produzione. Poi lo toglieranno se non ce l’hanno. Si parlava di un limite di costo per il modello di serie che non è ancora stato introdotto e credo che sarebbe giusto metterlo.

  11. Tra l’altro mi sembra che sia la ducati a correre con un telaio di derivazione mgp, elettronica magneti marelli che usano in mgp ecc ecc . aprilia quando si diceva che era una mgp travestita manco ci correva cosi come kawasaki che ancora nn partecipa al motomondiale, eppure loro corrono con mgp travestite…..

  12. GRANDECASEYPDUCATI
    Per rispondere a te è stato sufficiente SIDDHARTAGAUTAMA senza dover scomodare max, non mi sembra che arpilia fatichi in sstk dove le moto sono ben piu simili a quelle di serie ma in wsbk dove viene castrata da regolamento.

  13. grandecaseypducati siamo alle solite..non centra molto col topic.. comunque questo regolamento sfavorisce Aprilia in maniera evidente..ha vietato cose di serie (cambio estraibile e telaio regolabile) alla rsv4 e permette invece a kawa di correre con il ride by wire (che non ha sulla zx10r di serie) o alla ducati di correre con una moto da 33mila euro nonostante il regolamento sia stato creato “per cercare di ridurre i costi”..vatti a vedere la superstock 1000 va là…l’unica cosa che Aprilia ha sbagliato sono i piloti..

  14. Meteor02, vedo che non riesci proprio a capire che il nuovo regolamento e’ stato fatto per riavvicinare la sbk alle sue origini non per favorire Ducati che sono anni che lotta contro delle moto gp travestite da moto di serie .e poi vedendo Kawasaki non mi sembra che il nuovo regolamento sia un gran problema casomai e’ Aprilia che ha problemi . Spero che ti risponda anche temporali ma penso abbia di meglio da fare.

  15. Melandri, che secondo me aprilia ha commesso un grande errore lasciandolo partire…vedrei bene anche savadori, una coppia eterogenea sia come eta che esperienza. Spero non ritorni biaggi, il che sarebbe sintomo di scarsita di piloti di spessore nel mondiale sbk..

  16. anche l’anno scorso Guintoli ha dovuto aspettare fino alla fine,ma c’è anche da dire che con i nuovi regolamenti e il riallineamento delle dotazioni alle altre moto,Aprilia si è dimostrata buona ma non ammazza campionato..

  17. Grande Max! Visti i precedenti a Portimao almeno una gara Haslam la porta a casa…

    Leon è un buon pilota, come tanti, con alti e bassi. Torres un esordiente che però nel Motomondiale non ha particolarmente brillato. Il regolamento ha un pò penalizzato Aprilia (come anche Kawasaki, anche se non si direbbe) e Aprilia ha perso Dall’Igna. Tante cose insieme che danno come risultato la situazione attuale

  18. Ciao Max! A me (da tifoso della casa di Noale e da italiano) piange il cuore a vedere quella moto spettacolare prendere perennemente paga dalla verdona…non se lo merita!! Forse Aprilia si è mossa tardi come dici te, o forse ha anche peccato un pò di presunzione, pensando di poter vincere con qualsiasi pilota dopo essere incredibilmente riuscita a far vincere un mondiale al buon Guintoli!
    Però nella seconda metà di stagione torres potrebbe stupire…chi lo sa…
    Per l’anno prossimo darei sicuramente una moto a Savadori e poi farei tornare chaz davis che un paio d’anni fa su una aprilia non ufficiale faceva faville!!

  19. ciao max
    aprilia nn è debole è che il regolamento gli ha tagliato le gambe, per far vincere ducati dorna ha abbassato il livello delle 4 cil e apirilia è quella che ci ha rimesso di più, dovendo rinunciare al suo cambio estraibile (di serie). se lo scopo di dorna fosse stato quello di avvicinare di piu le moto wsbk a quelle di serie aprilia non avrebbe dovuto rinunciare a parti di moto montate su quella disponibile dal concessionario, ho sentito che il seammless di aprilia sara montabile anche sulla moto di serie vedremo cosa si inventeranno per non permettergli di utilizzarlo.

  20. direi Melandri ma la moto dal 2014 é cambiata, e visto che storicamente il ravennate é piú efficace nella seconda fase della stagione credo che oggi come oggi non farebbe meglio di Torres. Sarebbe bello però che a Laguna Seka e Sepang vi fosse una terza Aprilia per Savadori.
    Io spenderei qualche buona parola anche per Andreozzi che nel Civ nonostante corra da privato é comunque riuscito ad arrivare secondo a Misano e fare due volte 4°.
    Scegliendo una coppia per il 2016 (fantamotociclismo) mi piacerebbe vedere sulla RSV De Angelis e Calia, in particolare il 20enne che lo scorso anno secondo me ha fatto ottime cose al Civ e che comunque quest’anno in Stock1000 non sta facendo malissimo (per essere al debutto).

  21. Ciao MAX!
    Sempre tanta invidia per le tue postazioni live!
    Aprilia fino all’ultimo non ha deciso se prendere parte o meno al campionato, e tutto sommato non le è andata male.
    Non capisco cosa abbia spinto la casa di Noale a non ripresentare Melandri (ingaggio?) in SBK.
    Torres penso stia pagando il fatto di non conoscere bene la categoria: sono convinto che l’anno prossimo (se rimarrà) potrà mostrare i suoi miglioramenti.
    Haslam ha tanta sfortuna, ma non lo ho mai visto un pilota che potesse fare la differenza: a parità di mezzo, Rea in Honda ha sempre fatto qualcosa di più di lui.
    Ma…Nota di merito al giovane Ryde: uno spettacolo vederlo guidare e lottare con i più blasonati colleghi!

  22. Ciao Max,hai proprio ragione,la moto conta tanto ma il pilota è sempre importante,se ci salgo io l’Aprilia arriva sempre ultima questo è sicuro.
    A Noale il problema sono i piloti.
    Torres non può pensare che un paio di stagioni in moto 2 siano sufficienti per moto di questa potenza e peso,Haslam purtroppo dopo il 2010 non è più lui,saranno state le troppe cadute,gli infortuni seri,tutto quello che vogliamo ma ormai è il fantasma del pilota che battagliava con Biaggi in inferiorità tecnica nel 2010.E quando la luce si spegne(vedi De Puniet)si spegne e basta.
    Basterebbero 2 buoni piloti come quelli dell’anno scorso penso(anche se Rea non è piu limitato dalla Honda e non sarebbe affatto facile metterselo dietro)e tutto tornerebbe a posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *