MELANDRI-MV: LA SCOMMESSA DI CUZARI

foto IPP/Sorano Antonio  06/08/2015 Milano Esposizione universale Expo 2015  Marco Melandri in visita  al padiglione del Kuwait“Se il presidente Giovanni Castiglioni lasciasse decidere a me, per il 2016 prenderei subito Melandri”. Non ha dubbi Giovanni Cuzari, nuovo Team Principal della squadra MV Agusta, che assumerebbe Marco in questo istante se ne avesse la possibilità. Invece per la sentenza definitiva bisognerà attendere il test del 24-25 novembre, quando a Jerez il pilota italiano proverà le due moto, quella ex Camier e l’evoluzione 2016, con forcellone e serbatoio nuovi, motore più potente, per un totale di 7 chili in meno alla bilancia. L’esperienza di Cuzari in Moto2 e MotoGP, presente col Team Forward Racing, non può che far bene allo sviluppo della nuova F4, che anziché crescere totalmente in casa, sarà progettata con l’aiuto di aziende tipo Suter o Kalex, specialmente in quelle aree dove manca esperienza e competenza alla casa varesina. La sfida è di quelle grosse davvero, tanto da porsi delle domande. Perché la scelta di un pilota come Melandri, quando l’intero ambiente sembra professionalmente rifiutarlo ?
E per quale motivo il matrimonio con MV, dove i margini per crescere sono ancora troppo ampi per essere la prima della classe ? “Marco ha ancora la velocità nella testa e nel polso – dice Cuzari – Lui ha voglia di correre. Se il pilota si trova nella condizione di esprimersi, dà sempre il 100%, altrimenti perde la voglia di rischiare. Ho corso anch’io in auto e questa è la psicologia del pilota. L’amore per MV invece risale ai tempi del grande Claudio (Castiglioni, ndr). L’idea era di riportare il marchio in MotoGP…”.

La coppia Melandri-F4 potrebbe dunque funzionare ? Sulla bilancia sono più i vantaggi degli svantaggi. Intanto perché Marco è uno di quei piloti razionali che allinea l’aspettativa alla realtà delle cose: vedi il progetto Kawasaki-Hayate in MotoGP, anno 2009. In questo caso l’avventura partirebbe consapevolmente in salita e tutto ciò che arriverebbe, sarebbe ciccia. La moto è attualmente ancora piuttosto elastica di telaio, cioè morbida nelle reazioni, cosa che a Marco potrebbe non dispiacere nel modo di guidare, anzi. E poi la 4 cilindri ha un’impostazione molto più corsaiola rispetto alla concorrenza, più simile a una vecchia 250 GP che a una mille stradale. La guida pulita, tonda e scorrevole sono anche la forza di Melandri. Jerez, che è una pista ritmata, ma senza grandi ripartenze, si addice alle caratteristiche di moto e pilota. Anche se in realtà, i tempi di gara 2 di Camier, evidenziano uno svantaggio di circa 3 decimi in ogni settore e 8-9 km/h sul dritto.

Il pilota inglese ha dimostrato professionalità e impegno, ma è fuori discussione che il talento non sia al pari di quello di Marco: lo dicono i numeri, poiché Melandri, in rapporto alla quantità di gare corse in SBK, è il pilota in attività con più vittorie (anche di Max Biaggi, ndr) ! Nel clima giusto, fra professionalità ed entusiasmo, quel brontolone di Melandri diventa un osso duro per tutti, anche con una moto tecnicamente inferiore. Cuzari non nasconde il desiderio di scendere in campo con due moto, perché si velocizzerebbe lo sviluppo della nuova F4, ma sono da valutare i costi. Di fatto, nell’attuale panorama 2016, si trova due piloti, Camier e Cluzel, già contratualizzati dalla precedente gestione del Team, con Lorenzo Zanetti ancora in attesa per la 600. “Non ho scelto io i piloti e a parte Cluzel, già confermato nella Supersport, bisognerà decidere se schierare due moto in SBK o se pagare la penale a Camier nel caso si optasse per Melandri.” Il quale, quest’ultimo, avrebbe dovuto provare anche la Yamaha MotoGP del Team Forward nel mese di luglio. Come dire: un feeling professionale con Giovanni Cuzari che non nasce certo all’ultimo minuto.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Email this to someonePrint this page

11 risposte a “MELANDRI-MV: LA SCOMMESSA DI CUZARI

  1. wow…noto con piacere che qui dentro, qualcuno troppo ossessionato della…costa azzurra, arriva a credere che si possa cadere con i calcetti! I miasmi di numerose sconfitte possono davvero far credere di essere motociclisti, a chi forse circola in bmw (a quattro ruote), o in Maserati! E va bè…centauri made in Trussardi! Comunq…sarebbe interessante rivedere MV Agusta a lottarsela per il titolo, che sia Macho…o qualcun’altro! Ma…notizie di Aprilia, invece?

  2. ROBERTOVINCI………..mi sono scusato per l’eccessiva verve…ciao e grazie per il “rimprovero”

  3. Ok Max …era una esternazione da fan di Biaggi…scusa…cmq qui si respira aria pulita ….quella della motogp è irrespirabile …Rossi con quel calcio ha dato un calcio non a MM ma a tutto il circus…poi i suoi tifosi Hooligans…han fatto il resto…Dai Melandri…sei perdonato …però daje…stavolta per davvero

  4. melandri e’ un buon pilota e puo’ far ancora bene in sbk. cmq complimenti x le emozioni che ci avete regalato Temporali!!! vi aspetto alla prossima stagione!!! @ murano: ma leggete e capite gli articoli prima di commentare??? ha detto solo che ha piu vittorie di Biaggi. i numeri sono numeri. non che vuole sminuire il grande Max. che tra l’altro e suo collega di lavoro..

  5. Purtroppo, nel caso firmassero Melandri, l’unica cosa certa è che nel 2017 MV non sarà più in SBK… sigh…

  6. Condivido appieno il pensiero di Cuzari, la stima in Melandri e la passione per MV. Che dire? Speriamo vada tutto in porto !

  7. Ciao Max
    condivido con te che Melandri è ancora un ottimo pilota per la sbk,anche se molto dipende se il tutto diverrà competitivo,quando marco si scoraggia prende 3 secondi anche da Bautista,non è certo uno che tiene duro nonostante tutto
    @Murano Ma a te ti interessa soltanto Biaggi?
    Sai che non sei tanto diverso dai vari ultras di Rossi ?

  8. @luca8213/murano35- Non ho paragonato Melandri a Biaggi, ho riportato solo un dato oggettivo: il rapporto fra il numero di corse disputate e il numero di vittorie fra i piloti in attività, ed è la ragione per cui ho messo Biaggi fra parentesi. Lo ripeto: in questa statistica Melandri batte tutti.

  9. be il paragone con Biaggi potevate risparmiarvelo….uno ha 6 mondiali e una carriera strepitosa …l’altro dove va chiudono bottega…e ho detto tutto..cmq auguri a Melandri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *