GLI ERRORI PIU’ DIFFUSI DEI MOTOCICLISTI

Rappresentiamo la classe debole delle strade insieme a ciclisti e pedoni, e siamo vittime di un numero di incidenti preoccupante. Cosa possiamo fare per migliorare la nostra sicurezza ? Quest’estate ho conosciuto uno spaccato di utenti delle due ruote di tutta Italia facendomi un’idea concreta dei nostri “difetti”. Ho guidato dalle Dolomiti fino alla Sicilia, seguendo centinaia di amici degli Spidi Tour. Il primo tema riguarda l’abbigliamento tecnico. Il fattore geografico separa le problematiche: nei paesi meridionali più caldi ho notato l’assenza quasi totale di abbigliamento adeguato, indossato per lo più dai maxienduristi (come l’utente BMW GS), il resto è un mototurismo da maglie a mezze maniche, jeans e tennis, caschi vecchiotti e niente guanti. Il mercato offre di tutto e a qualsiasi prezzo, chi non si protegge è superficiale e poco previdente. Molte moto sono datate, con gomme lisce e sospensioni trascurate. Le strade che abbiamo, a volte lucide come specchi e martoriate dalle buche, non sono certo un gran che e se c’è la salsedine del mare diventano pericolosissime. Continua a leggere